lunedì 25 gennaio 2016

Filetto di salmone norvegese in crosta di pistacchi




Appuntamento a Casa Alice con la food blogger Patrizia Castiglione, autrice del blog Patrizia che pasticcio! La nostra blogger Patrizia è venuta a trovarci nella cucina di Alice per preparare una ricettina a base di salmone norvegese davvero niente male.
Stiamo parlando del filetto di salmone norvegese in crosta di pistacchi. Un secondo di pesce in grado di esaltare la freschezza e la qualità di un pesce eccezionale quale è appunto il salmone norvegese.
Ciliegina sulla torta in una ricetta perfetta già di suo, è l’aggiunta dei pistacchi, con cui la nostra food blogger prepara una gustosa crosta per il filetto di salmone.
Ora non ci resta che guardare la video ricetta e metterci al lavoro.

Ingredienti

  • Filetto di salmone norvegese: due tranci
  • Granella di pistacchi: 100 g
  • Timo: un rametto
  • Cime di broccoli lessati: 500 g
  • Uova: 2
  • Parmigiano: 2 cucchiai
  • Semola di grano duro: 2 cucchiai
  • Farina: q.b.
  • Olio extravergine di oliva: q.b.
  • Olio di arachidi: q.b.
  • Sale: q.b.
  • Pepe: q.b.


Polenta Salsiccia e Porcini

Questo piatto per me deve stare tra le ricette del "confort food" invernale, buona, veloce e saporita, la polenta che sia in bianco o con il sugo è un piatto completo energetico e super goloso.

Questo piatto vi confesso, l'ho fatto con una buona polenta di farine miste pre cotta, se bene so che gli amanti della polenta mi condanneranno, io ritengo che se gli ingredienti sono buoni e di alta qualità i piatti riescono sempre perfetti.

Ingredienti x 4 p:

Polenta pre cotta
Salsicce 4
Carne macinata 100 g
Funghi Porcini surgelati  200g
Aglio 1 spicchio
sale/pepe qb
olio evo
Vino bianco secco 1/2 bicchiere
Pecorino romano qb
Fontina per guarnire

Procedimento :

Sulla busta della polenta, c'è scritto quanta acqua occorre per la cottura, per il condimento goloso invece, prendiamo una padella facciamo soffriggere un pochino l'aglio e facciamo cuocere i funghi, saliamo pepiamo. Dopo circa 2 minuti aggiungiamo il macinato e le salsicce ben sbriciolate, amalgamiamo il tutto sfumando con il vino bianco.
Appena il vino si sarà ritirato chiudiamo il gas e mettiamo un coperchio.
Nel frattempo abbiamo portato a bollore l'acqua salata e versiamo la polenta avendo cura di girarla costantemente.
Versatela nel piatto una volta cotta, versate sopra il condimento il pecorino e le scaglie di fontina.



Paella de Mariscos

La paella, con i suoi ingredienti, custodisce la storia della Spagna e le sue origini risalgono agli inizi del 1800. La sua ricetta, infatti, è frutto della fantasia dei contadini e delle persone più umili che utilizzavano gli avanzi dei giorni di festa e gli ingredienti più semplici di cui disponevano a casa.
Il nome paella deriva dal recipiente in cui il piatto veniva preparato: un’ampia padella in ferro e poco profonda munita di due impugnature opposte.
Inizialmente la paella veniva preparata esclusivamente con il riso e con le verdure che si avevano a disposizione, poi è stata arricchita con altri ingredienti come carne e pesce.
C'è chi la fa vegetariana, chi di sola carne o di solo pesce oppure mista "mari e monti ".
Quella che vi presento io è fatta solo con il pesce e le verdure.
Ingredienti per 4 persone:
Riso arborio            400, g
Peperone rosso       1 pz
Pisellini primavera    1 tazza abbondante
Zucchine                  2 pz
Cipolla                      1/2
Aglio                        2 pz
Peperoncino             1 pz
Vongole                   300 g
Cozze                      300 g
Gamberoni               500 g
Calamari                  500 g
Scampi                    300 g
Olio evo                   qb
Sale/Pepe                 qb
Zafferano                 1 bustina
Prezzemolo               1 ciuffo
Dado di carne           1 pz
Limone per guarnire
Vino bianco per sfumare
Procedimento:
Tagliamo il peperone e le zucchine a "fiammifero", e le faccio soffriggere in padella con olio aglio tritato finemente e pochissimo sale, una volta cotti li riponiamo in un piatto e senza cambiare la padella tritiamo la cipolla la facciamo soffriggere un pochino e cuociamo i pisellini aggiungendo anche qui poco poco sale.Idem come prima, cotti i piselli li poniamo nel piatto dove ci sono le altre verdurine. Prendiamo l'aglio il peperoncino e facciamo aprire le cozze e le vongole, le togliamo e mettiamo da parte l'acqua di cottura, prendiamo i calamari, e li saltiamo in padella dopo averli mondati in quadratini tutti uguali, a metà cottura aggiungiamo i gamberoni e gli scampi. Nel frattempo in un tegame a parte facciamo un brodino con il dado che ci servirà durante la cottura del riso.
Togliamo i gamberoni, gli scampi e i calamari e dividiamoli in piatti diversi.
A questo punto uniamo tutti gli ingredienti; prendiamo il riso, lo facciamo tostare aggiungendo un pochino di olio nella padella, aggiungiamo un mestolo di brodo e l'acqua di cottura delle cozze e delle vongole che abbiamo conservato uniamo le verdurine, e i calamari  e cosa fondamentale NON GIRIAMO più il riso, andiamo avanti così fino a metà cottura, aggiungendo di tanto in tanto il brodo. Verso metà cottura prendiamo la bustina di zafferano, la sciogliamo con un pò di brodo in una tazza e la versiamo nel riso. A un minuto dalla cottura alziamo la fiamma e disponiamo nella padella in moto ordinatissimo il resto del pesce. Cospargiamo il tutto con abbondante prezzemolo e e fette di limone.




lunedì 4 gennaio 2016

Dado Homade

Il dado fatto in casa lo trovo molto utile, girano molte ricette sul web, ma questa che ho provato vi assicuro che è deliziosa.

Il procedimento è facile , ci vuole solo tempo !! E già perchè ci vogliono parecchie ore.

Ingredienti:

300 g di carne di manzo e pollo
350 g sedano e carota 
1 cipolla
500 ml acqua
100 g erbe aromatiche (prezzemolo rosmarino basilico...)
300 g sale
2 cuc. olio evo
Tritare la carne finemente , far rosolare in padella le verdure con l'olio, successivamente aggiungere la carne e le erbe aromatiche. Aggiungere il sale quando le verdure sono morbide, abbassare il fuoco al minimo e lasciare cuocere per due ore.
Frullate il tutto per ottenere una crema, stendetela su un foglio di alluminio e dategli la forma che preferite.Conservare in frigo. Io di solito lo metto in un barattolo; si conserva per due mesi.