sabato 26 aprile 2014

Crostata cioccolato e fragole

Buona, profumata ed estiva questa ricetta vi farà fare un figurone è di facile eseguzione e risulta molto scenografica.

 La prima cosa da fae è la Frolla al cioccolato , successivamente nel frattempo che la frolla risposa in frigo facciamo la ganache con:
  • 250 ml di panna fresca
  • 340 gr di cioccolato fondente   
foderiamo la torna con la ganache e andiamo in cottura.

Prenedere delle fragole fresche, tagliarle a metà e ricoprite interamente la crostata.
Connubio perfetto una vera delizia per il palato. 



Frolla al cioccolato di Ernst Knam

Ho avuto maniere di conoscere Ernest Knam durante le selezioni di Bake of Italia - In una delle sue rappresentazioni quotidiane ha eseguito dei dolci con una base di "frolla al cioccolato".


Deliziosa profumata e di grande effetto da utilizzare in varie versioni

La ricetta è la seguente:
  • 125 gr di burro
  • 125 gr di zucchero
  • 2 gr di sale
  • 50 gr di uova
  • 200 gr di farina
  • 1 gr di lievito
  • 40 gr di cacao
Unire piccoli pezzettini di burro alla farina (sabbiare)

lavorare uova e zucchero e unite pian piano tutti gli ingredienti.

Fate una palla bella liscia coprite con la pellicola trasparente e far riposare in frigo.

lunedì 17 febbraio 2014

Carciofo alla "Giudia"

La cucina romana si basa su ingredienti semplici di  di origine vegetale ed animale, preparati secondo ricette tramandate di generazione in generazion in ambito familiare come quelle che ho io. Il carciofo che si utilizza è  la "mammola"  romana o dialettalmente chiamato "il romanesco", ovvero il carciofo tipico del Lazio. Le donne del ghetto ebraico preparavano questo in occasione del "Kippur"cioè la festa dell'espiazione, dove si fa un giorno di digiuno totale, non si va al  lavoro non ci si diverte e ci si dedica solo al raccoglimento e alla preghiera e allo scadere delle 24 ore, gli ebrei solitamente mangiano i carciofi.carciofo alla giudia
Ingredienti
  •  carciofi
  • limoni
  • sale
  • pepe
  • olio per friggere (possibilmente olio di extra vergine di oliva)

Procedimento
Per la buona riuscita di questo piatto ci sono due cose fondamentali da cui non si può scindere, la prima è la buona qualità del carciofo che deve essere "cicciotto" sodo e ben chiuso e poi il modo in cui vengono puliti. Il taglio del carciofo è fondamentale, si deve tagliare a "rosa" ossia dopo aver tolto le prime foglie si porcede con il taglio della corona,  occorre usare un bel coltellino tagliete e partendo dalla base delle foglie si procede con un taglio a 45° andando a salire mano mano (a scala) fino alla punta centrale.
Una volta fatto ciò strofiniamo del  limone per evitare che il carciofo annerisca, accorciamo il gambo e lo sfiliamo un pò. Fatto ciò tuffateli man mano in acqua acidula (acqua e limone).
Preparate in un piatto un miscuglio di sale e pepe in euguali quantità e massaggiateci i carciofi  tra le foglie e sul gambo...
Metteteli a cuocere in un primo momento a fuoco lento in una padella con abbondante olio di buona qualità, girandoli di tanto in tanto per dargli una cottura omogenea.
Una volta che sono dorati e che sopratutto il gambo è tenero toglieteli dal fuoco e fateli freddare, ma mi raccomando non gettate l'olio di cottura perchè vi servirà in seguito.
A questo punto prima di servirli in tavola riaccendete la padella con l'olio prendete ciascun carciofo e aprite le foglia leggermente come se stesse "sbocciando un fiore" , immergeteli a testa in giù e fateli dorare ben bene... Buon appetito !!

Arepas

Se avete voglia di un antipasto gustoso, nuovo e facile da eseguire, queste piccole focaccine croccanti e molto gustose sono l'ideale. Le Arepas è un piatto originario del Venezuela si preparano con farina di mais (esiste la farina appositamente per le arepas)che essendo priva di glutine è ideale anche per le persone intolleranti. Le Arepas si servono vuote oppure farcite con formggi, salumi con con carne mechada (carne cotta tipo spezzatino e poi sfilacciata e speziata), insomma basta usare un pò di fantasia, Si possono fare fritte o al forno o anche alla piastra... insomma c'è da leccarsi i baffi !!
INGREDIENTI
Questa prepazione non ha dosi ben stabilite, io le faccio a occhio, comunque vi darò delle quantità indicative:
250 gr di farina di mais precotta, 
1 cucchiaino di sale,
350 dl di acqua,
1 cucchiaio di olio di oliva o di burro a temperatura ambiente,
olio per friggere.
PROCEDIMENTO
Mettere l’acqua in una terrina, unire il sale, l'olio  e con una mano cominciare ad aggiungere la farina di mais un poco alla volta;  impastate fino ad ottenere una palla omogenea e lasciate riposare circa 15 minuti. Formate delle palline e poi appiattitele leggermente( tenete presente che dovo essere aperte e riempite quinde non fatele troppo fine). Fate cuocere in una padella con abbondante olio a fuoco lento, aspettate almeno un minuto prima di rigirarle in maniera tale che possano formare una leggera crosticina,  poi continuate la frittura per altri due minuti per lato fino a che saranno bene dorate. Man mano che terminate la cottura mettetele in un fonrno caldo. Io le ho servite in dei pirottini e sopra con uno stuzzicadenti ho messo dello speck e un dadino di brié.

martedì 21 gennaio 2014

Crostata di cipolle di tropea

Questa crostata ogni volta che la faccio è sempre un successione, è il mio cavallo di battaglia negli antipasti oppure nelle cene in piedi, fa sempre la sua figura ed è gustosissima.

Ingredienti:

1 Panetto di Pasta Frolla salata
7/8 Cipolle di Tropea
1 conf. di stracchino 

In una padella capiente fate appassire le cipolle di tropea aggiungendo un gocciolino d'acqua per non farle bruciare, salate e pepate. Foderate uno stampino tondo con la pasta frolla lasciando i bordi molto alti unite le cipolle che avete amalgamato con lo stracchino e fate cuocere in forno per cira 30' min. 
 
 
 

Pasta frolla salata

La pasta frolla salata è una ricetta base adatta a cucinare molte torte o stuzzichini, come crostate e tartellette salate.
 
ingredienti per 4 persone
  • 200 g. di farina 00
  • 100 g. di burro freddo
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1/2 bicchiere di acqua fredda
  • sale un pizzico
Procedimento
Se possedete un robot da cucina con le pale di plastica, non dovrete fare altro che mettere tutti gli ingredienti nel bicchiere ed azionare la macchina per mezzo minuto o fino a quando non avrete ottenuto un composto morbido. Fate riposare in frigo per circa 2 ore.
 

Dottor Cake

In occasione di una laurea ho pensato di ideare questa torta di base ho usato un Pan di Spagna farcito con Crema Pasticcera  adizzionata con qualche generosa cucchiaiata di Marmellata al Latte
 Dobo aver glassato con la ganche al cioccolato (tanto per rimanere leggeri) l'ho decorata con la pdz

La mia Marmellata al Latte

Il cibo in molte occasioni della nostra vita ci conforta. Questa ricetta "scalda il cuore", fa tornare il sorriso ci coccola e credetemi è un ottimo antidepressivo nei giorni "pre ciclo".  hahahaha !! 
E' un incrocio tra il "Doulce de Leche" il "Caramello" e una "Mou" è morbida e velluta e può essere utilizzata per condire i "PanCake" oppure addizionata a una crema per farcire un dolce o meglio ancora così "brutalmente" assaggiata senza niente con un cucchiaino.

Ingredienti:
 500 ml latte intero di buona qualità
250 g di zucchero semolato
1 pizzico di sale
1 punta di bicarbonato
1 bacca di vaniglia

Unite gli ingredienti e armatevi di santa paziena... Ci vogliono circa tre lunghe ore ... Ma credetemi ne vale davvero la pena.

 






Pan di Spagna di "Luca Montersino"

Ingredienti per 2 pan di spagna come in foto:
250 gr. uova intere (5 o 6 uova circa dipende dalla grandezza)
175 gr. zucchero semolato
150 gr. farina 00
50 gr. fecola di patate
1 bacca di vaniglia

In un pentolino scaldate le uova intere con lo zucchero fino a raggiungere i 45°/46° (sentite col dito quando e tiepido) mettete il composto in planetaria e montate fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro vi dico che ci ha messo circa 1 ora in planetaria.
aggiungere a mano le farine setacciate e con una spatola di gomma mescolate con movimento delicato dall'alto verso il basso. Versate immediatamente il composto negli stampi imburrati e infarinati e cuocete per 20 minuti a 190°C.

Una volta freddo l'ho farcito di CREMA PASTICCIERA  che meraviglia !!

Torta squisita alle nocciole

Questa volta su richiesta di una torta con tema "Minnie" ho deciso di provare un nuovo dolce di base... Morbida e umida al punto giusto, la torta alle nocciole è il mio nuovo cavallo di battaglia.

Ingredienti:

- 240 g di farina 
- 250 g di zucchero a velo
- 200 g di burro
-     4   uova
- 150 g di nocciole
-   30 g di cacao amaro
- 150 g di cioccolato fondente
-     2   cuchiai di miele
-     1   cucchiaio di rum
-     1   pizzico di sale

Montate a spuma lo zucchero a velo con il burro, lasciato ammorbidire in precedenza a temperatura ambiente e al sale. Unite delicatamente al coposto i tuorli e mescolando conun chucchiaio di legno, amalgamate la farina e il cacao setacciati insieme, il cioccolato spezzettato, le nocciole tritate grossolanamente, il rum, il miele e gli albumi montati a neve. Versate l'impasto in uno stampo imburrato e infarinato. Infornate la torta in forno preriscaldato a 200° per circa 20 min. A metà cottura, copritela con un foglio di alluminio per evitare che diventi troppo scura.
 Fate raffreddare farcitela con nutella e mascarpone, glassate con "crema al burro" fatela rassodare circa 30 minuti in frigo e poi ricopritela e decoratela con la pdz. Questa è la mia versione, non la trovate dolcissima ?! 
 

Angel Cake alla" Montersino"

Se volete stupire con un morbidoso e profumatissimo ciambellone vi consiglio di fare questa ricetta. L' Angel Cake, un famoso dolce americano che deve il suo nome alla sua estrema leggerezza e consistenza. E' un dolce privo di grassi che ha come ingrediente principale il bianco d'uovo.

Ingredienti :
 
- 360 g albume 
- 350 g zucchero semolato
-    5 g cremortartaro
- 150 g farina 00
-   10 g amaretto di saranno
-     2 g buccia di limone
-     1    bacca di vaniglia 

Montate l’albume con 200 g di zucchero e la cremortartaro.
In una ciotola unite la farina con 150 g di zucchero.
Incorporate quindi l'albume montato, mescolando dal basso verso l'alto. Aggiungete infine l’amaretto, la buccia di limone, i semi di vaniglia e un pizzico di sale.
Versate il composto nello stampo e infornate a 170 °C per 30 minuti.
A fine cottura, fate raffreddare, togliete dallo stampo e servite con zucchero a velo.