lunedì 21 ottobre 2013

Confettura di zucca e amaretti

Che ci facciamo con la zucca dopo averla svuotata per far divertire i nostri bimbi? 
Banalmente potrei dire una zuppa oppure un risotto... Volevo creare qualcosa di speciale da poter regalare anche a Natale alle mie amiche,  così ho aperto la dispensa e oltre alla zucca avevo una confezione di amaretti aperta... Da qui è nata questa fantastica idea ...


Ingredienti:

Zucca cotta al vapore
Zucchero
Cognac (mezzo bicchiere)
Amaretti.

Non ho messo le dosi perchè potete regolarvi da sole a seconda del peso della zucca.
Io ho messo tanta zucca quanto zucchero il cognac anche una manciata di zeste che ho ricavato dalla buccia di un limone.

Ho fatto bollire molto molto lentamente fin che si è addensato poi a fuoco spento ho sbriciolato gli amaretti... Provatela sulla crostata è un tripudio di dolcezza con un retrogusto amarognolo....!!


HALLOWEEN CAKE

I popoli Celti che abitavano l'Irlanda in passato per festeggiare l'arrivo dell'inverno usavano fare una festa che chiamavano "All Hollow Even"; organizzavano un grande falò e danzavano con delle maschere sul viso per allontanare le streghe. Al giorno d'oggi questa festa che tutti chiamiamo Halloween viene festeggiata il 31 di ottobre e i bimbi mascherati bussano alle porte divendo " Trick or Treat" !! ... Le zucche intagliate illuminate all'interno da una candela, adornano le finestre di ogni casa perchè si ritiene che allontanino gli spiriti del del male...  Che dire non sarà una nostra festa ma ormai in questi ultimi anni è divenuta parte integrante delle nostre abitudini, i bimbi si divertono e noi mamme possiamo allietarli con dei dolcetti " spettrali " !!... Hahahah !! Perciò largo alla fantasia e mettetevi in cucina.. Magari fatevi aiutare come ho fatto io con la mia Flaminia è stato divertentissimo!!

Questa è la mia proposta e sono molto fiera di questo "topper"  ,devo dire che l'idea di fare qualcosa di misterioso mi intrigava molto. Ho usato la tecnica della pittura e devo dire che sono riuscita ad ottenere l'effetto desiderato.

Non mi resta che agurarvi ... Felice Halloween !!!
Felice Halloween !

martedì 1 ottobre 2013

VERDURINE CONFIT

Mamma mia che delizia, se amate l'agrodolce queste semplici verdurine faranno estasiare le vostre papille gustative, "farete un figurone con i vostri invitati" !! 

Occorrono:
Pomodorini San Marzano (rossi)
Cipolle di Tropea
Patate 
Trito di aromi misti (salvia prezzemolo rosmarino)
Aglio
Olio al peperoncino
Sale
Zucchero di canna
Crema pasticcera salata

Procedimento:

Lavate e tagliate le verdure a metà (per le patate ho lasciatola buccia), adagiatele su di una pirofila da forno, e condite con il trito di aromi misti, il sale, l'aglio e olio piccante, mettete in forno preriscaldato a 160° per 15 minuti. Aprite il forno e cospargete le verdure con lo una spolverata di zucchero di canna e metterle di nuovo a cuocere per altri 15/20 minuti.
Disponetele in un piatto da portata e accompagnatele con un pò di crema salata alla "Luca Montersino".
Facile veloce e di grande effetto ! 

CREMA CARAMELLA ROSSANA

Questa crema è facilissima da fare, non prevede l'uso di uova ed è perfetta da associare a torte come la "Victoria Sponge Cake", la base di questa ricetta prevede una semplice crema al latte che con l'aggiunta di qualsiasi aroma cambia sapore a seconda dell'uso che se ne vule fare, ovviamente io in questa ricetta ho aggiunto pochissimo zucchero in quanto le caramelle rossana sono molto dolci.

Ingredienti:

- 3 bicchieri di latte intero
-  10 caramelle Rossana
- 3/4 cucchiai di zucchero
- 1,5 cucchiaio di amido di riso
- 1 foglio di gelatina

LA ROSSA ROSSANA




















Questa dolcissima caramella è un classico della casa "Perugina", a me personalmente mi porta lontano nel tempo, mi ricorda la mamma di mia nonna e la sua scatola di metallo piena di dolciumi che teneva riposta nel mobile della camera da pranzo; sarà per il suo sapore unico o per la sua forma, sicuramente possiamo dire che questa caramella è un vero e proprio evergreen !

Per riprodurre questa dolcezza ho fatto una base di "Victori sponge cake" l'ho versata in uno stampo da plum cake e l'ho cotta secondo le indicazioni della ricetta. 
L'ho farcita con una "crema caramella Rossana"e l'ho ricopera con la "crema al burro".

Per la copertura ho usato della pasta di zucchero rossa e per le scritta un color oro diluito in alcol. 

VICTORIA SPONGE CAKE

Questa torta è perfetta per essere farcita ed è un ottima base per le torte in pdz.
La leggenda narra che la regina Vittoria, nel lontano 1800, amasse mangiarla durante i suoi tè pomeridiani nel suo palazzo a Londra, farcita con crema al burro e marmellata.
Ingredienti:
  • 4 uova
  • 220 gr di farina
  • 220 gr di zucchero
  • 220 gr di burro
  • 8 gr di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 3 cucchiai di latte 
Lasciare ammorbidire il burro a temperatura ambiente; montare il burro e lo zucchero con la frusta elettrica (o in una planetaria). Aggiungere la vanillina, un uovo alla volta, poco alla volta la farina con il lievito, e 3 cucchiai di latte a temperatura ambiente (se l'impasto della Sponge cake rimane duro).

Versare il composto in una teglia imburrata e infarinata.

Lasciar cuocere la Sponge cake in forno preriscaldato a 180° per almeno 30 minuti.

Lasciamola raffreddare prima di utilizzarla.

La quantità di questa ricetta è sufficiente per 2 basi con diametro 20 cm.




venerdì 2 agosto 2013

Crostata di pistacchio di Bronte e amaretti


"L'oro verde" della Sicilia, il pistacchio di Bronte ha un gusto e un aroma unico al mondo. Avevo in casa questa fantastica crema e ho pensato di farci una crostata. Ha la stessa consistenza di una "nutella" ed è un vero concentrato di profumi. Ho fatto una pasta frolla molto burrosa, infatti per ogni uvo ho usato 1h di farina, 50g di burro e 50 gr di zucchero più un pizzico di sale. 
Ho lasciato che la pasta riposasse in frigo circa un ora, poi l'ho stesa e l'ho fatta cuocere finchè non era ben dorata.
Ho preparato a parte una crema di latte:

50 ml  di latte 
3 cuc. di amido di mais
5 cuc. di zucchero 


Una volta che si è raffreddata ho aggiunto 2 abbondanti cucchiai di crema di pistacchio di bronte, ho amalgamato il tutto e poi ho inserito il composto sulla frolla.

Ho guarnito con amaretti sbriciolati e zucchero a velo.



Torta principesse

Quando ho fatto questa torta ho cercato di cogliere il desiderio della piccola festeggiata. Alla domanda "quale principessa vuoi sulla tua torta?" La risposta è stata da panico : "TUTTE" ... Hahaha !!... Raggiunto un compromesso ho studiato qualcosa che potesse contenerle, il compito era arduo perchè la torta di base era solo per 40 persone... Non volevo fare la solita torta con le statuine delle principesse sparse qua e la.... Doveva essere mozzafiato e ogniuna di loro doveva avere il suo spazio. Alla fine ho optato per una torta a tre piani e il risultato è stato quello desiderato ... WUAUUW !!!


Bauletto Louis Vuitton...



Per i miei "40" ho deciso di cimentarmi con una "cake" di non facile esecuzione, sia per la forma che per il disegno. Per la base ho usato una quadrupla dose della mud cake al cioccolato
Sono partita da uan base rettangolare molto alta più tre basi tonde.

Ho tagliato a metà le basi tonde facendone di ogniuna due cerchi. Per ogni metà ho ricavato delle mezze lune.

La base di ogni mezza luna corrisponderà alla misura su cui dovete tagliare a grandezza il rettangolo.

Ho fatto una chantilly allo zabaione, ne ho messa un pò sulla base e ho poggiato sopra i semicerchi intervallandole con questa soffice crema.

Ha questo punto ho glassato il tutto con la crema al burro e l'ho messo a raffreddare in frigorifero.


Fin qui tutto facile.... Il bello è arrivato nel momento della copertura. Dopo vari tentativi ho deciso di stendere la pasta di zucchero a misura della torta alta circa mezzo cm abbondante e con l'aiuto di un estencil ho impresso con il colorante oro il logo di louis vuitton, ho atteso qualche minuto che asciugasse e poi ho ricoperto la torta. Il resto è stato poi semplice ho misurato i laterali li ho ritagliati prima su di un foglio di carta forno per ottenere la forma e poi con la stessa tecnica li ho ricoperti.
Alla fine ho aggiunto le varie rifiniture...  Diciamo che per essere la prima volta non è andata poi così male... Ma per ottenere una copertura pulita e perfetta di ogni torta fatta in pasta di zuccherto una volta acquisita la tecnica, occorre "provare, provare e riprovare"

Pagnottine di grano saraceno

Fare il pane fatto in casa è sempre una sfida  è una preparazione di per se semplicissima, ma ci sono spesso dei fattori per cui alla fine non sempre il risultato è quello sperato; occorre armarsi di tanta pazienza per una lenta lievitazione e riuscire ad azzeccare le giuste temperature
Questa volta ho voluto provare ad utilizzare la farina di grano saraceno è una farina molto ricca di sali minerali, ferro e zinco, contiene il 18% di proteine e  "non contiene glutine"



Ne ho fatte due versioni una semplice e una ripiena di olive e pomodorini.
La ricetta è sempliecissima:

1kg di farina di grano saraceno
Acqua
Lievito madre in grani
2 cucchiari di strutto (si può sostituire con un bicchiere olio di oliva )
2 cuc.ni di zucchero
Sale

Dopo aver amalgamato per bene tutti gli ingredienti ho messo a lievitare tutto in un unica ciotola con un coperchio che  ho avvolto con una coperta di lana per circa 4 ore. Passato questo tempo il risultato è stato strabigliante ... La pasta era "triplicata", ho diviso in due panetti di cui su uno ho unito le olive e i pomodorini.
Ho preso una placca ricoperta di carta forno e ho formato due pagnottine e ho ricoperto il tutto con della pellicola trasparente. Ho lasciato raddoppiare di nuovo l'impansto e poi ho infornato.
Piccolo consiglio lasciate curocere a temperatura alta per circa 15 minuti e poi abbassate la temperatura. Io ho il fonro elettrico quindi quando faccio il pane aggiungo sempre una ciotola di acqua alla base del forno.

domenica 17 marzo 2013

Love Cake

Che amore di torta !! Devo dire che sono molto soddisfatta della resa finale. La base è sempre la stessa la mia amatissima Chiffon cake al ciccolato.

Proverò a postare un toutorial nel quale spiegherò passo passo la decorazione di questa torta.

Per prima cosa occorre fare il corpo dell'orsetto e per questo ho usato del cioccolato plastico con una piccola aggiunta di CMC.

1) Iniziamo dal busto, prediamo un pezzetto di pasta e facciamo una sorta  di pera infilando al centro uno stuzzicadenti.


2)Formiamo una pallina poco piu grande di un pollice leggermete schiacciata nella parte superiore e inferiore, poi facciamo tre  piccole palline per fare le orecchie e il naso. Con un colore leggermente piu chiarro faremo le guaciotte.










3) Ora possiamo passare alle gambe e alle braccia, occore fare 4 salsicciotti , due leggermente più lunghi per le gambe e due per le braccia. Per le game nella parte finale facciamo un piccolo solco usando il mignolo per delineare la caviglia e accarezziamo la punta estrema verso l'alto in modo da formare un piedino.


4) Ho assemblato il tutto cercando di mettere seduto l'orsetto come se stesse pescando.

5) Ho fatto una corda dalla quale penzola un cuore.

6) Alle spalle dell'oresetto invece ha fatto una grande luna sulla quale ci sono due ombre che rappresentano due orsetti abbracciati.

















Ho lasciato seccare tutto per un giorno intero e poi ho glassato la torta con Crema al burro, poi l'ho ricoperta con la pasta di zucchero e ho montato i vari decori... Non è adorabile !!

Ciambellona Pasqualina

In questi fine settimana così piovosi uno dei miei passatempo preferiti è "pasticciare" in cucina, provare nuove idee e modificare vecchie ricette. Partendo dalla base di un plumcake con pancetta e formaggio ho creato questa ciambella morbidosa, un trionfo di sapore aromatizzato al formaggio ripieno di pezzettini di salame, umida e soffice...


Ingredienti:
3 uova medie
200 ml di latte
100 ml di olio di oliva
300 g di farina 00
1 cucchiaio di farina di manitoba
100 g di salame fatto a cubetti
3 cucchiai di pecorino romano
1 ciotolina di dadini di provolone piccante
1 ciotolina di dadini di formaggio dolce
sale - pepe.

In una terrina montate bene le uova con il sale e il pepe, quando le uova saranno spumose unite il latte e l'olio a filo; fatto ciò aggiungete le farine setacciate e il pecorino, poi i cubetti di salame e i due di formaggi. Amalgamate bene il tutto e versate il composto all'interno di uno stampo  ben imburrato. Cuocete in forno a 180° per circa 40/50 minuti.